18 Luglio

Suor M. Giuliana Cinganelli

Pubblicato in SANTITÀ

PROFILO DELLA MADRE GIULIANA
Fondatrice delle Suore Serve di Maria SS. Addolorata

Giuditta Signorini nacque a Firenze, nella Parrocchia di San Frediano, il 1 gennaio 1815, figlia di Fedele e di Anna Fabbrini. Dal 1833 la famiglia Signorini abitava in via dei Pentolini, nella Parrocchia di Sant'Ambrogio ed era composta dai coniugi Fedele e Anna e da sei figli.
Il 10 ottobre 1836 Giuditta andò sposa a Leopoldo Cinganelli, residente nella Parrocchia dei Santi Apostoli. Dal loro matrimonio nacque una figlia Maria Cesira.
Il 28 luglio 1848 morì Leopoldo Cinganelli e Giuditta rimase vedova a 33 anni con una bambina di 11 anni.
Nel 1865, dopo le dimissioni e la definitiva partenza di Suor Veronica Donati, l'Istituto delle Suore Serve di Maria SS. Addolorata, da lei fondato, stava per estinguersi.
I Padri Servi di Maria della SS. Annunziata e il parroco della Chiesa del Cestello Don Valentino Monti che seguivano con fiducia e speranza i primi passi di questo piccolo gruppo di suore e conoscevano e stimavano Giuditta, la proposero come Superiora e guida.
Giuditta, forte e profondamente convinta del disegno di Dio sulla sua vita, si fece terziaria alla SS. Annunziata ed abbracciò la vita religiosa col nome di Suor M. Giuliana di Sant'Anna.
Accettò di unirsi alle poche suore rimaste e di essere la guida del piccolo gruppo.
Fu per le suore una vera madre: ricostituì e diede stabilità all'Istituto, sanò la grave situazione economica, nel 1867 trasferì la sede da Borgo San Frediano a Badia a Ripoli.
Fedele al primitivo carisma, a Badia aprì subito una scuola per le bambine del popolo ed un piccolo convitto interno. Si adoperò per adeguare la scuola alle richieste della società e tale impegno ottenne il riconoscimento da parte del Comune di Bagno a Ripoli e del Consiglio provinciale scolastico.
Da Badia le suore furono richieste, per far scuola alle bambine, a San Gersolè, verso l'Impruneta, e poi nel Mugello, a Barberino, a Galliano e altrove… iniziò in questo modo l'espansione dell'Istituto.
Suor M. Giuliana Cinganelli morì a Badia a Ripoli il 20 novembre 1873.
Per aver salvato l'Istituto in un momento tanto difficile ed averlo ricostituito dando continuità all'opera iniziata e che rischiava di naufragare, Suor M. Giuliana Cinganelli è stata sempre considerata, venerata ed amata dalle suore come la Fondatrice dell'Istituto.


 

L'utilizzo dei cookie concorre al buon funzionamento di questo sito e favorisce il miglioramento dei servizi offerti all'utente. L'accesso ai contenuti del sito e l'utilizzo dei servizi implica accettazione dell'utilizzo dei cookie.